I palazzi dei Rolli di Genova - Una reggia repubblicana

Via San Lorenzo 17 - Sinibaldo Fieschi


Via San Lorenzo 17 - Sinibaldo Fieschi

Via San Lorenzo 17
( Guarda la cartina )
FondatoreSinibaldo Fieschi
ZonaCanneto Lungo
Rollo 1614Bussolo 1 Titolari Sinibaldo Fieschi
Rollo 1664Bussolo 2 Titolari Sinibaldo Fieschi

Accociato spesso al celebre Vincenzo Scamozzi, per un progetto non realizzato ma illustrato nel suo "Dell'idea dell'architettura universale", questo palazzo, completato da Bartolomeo Massone er Sinibaldo Fieschi (1618), compare gi? nel rollo del 1614.
La famiglia Negrone ne acquis? la propriet? nel XVIII secolo e la pass? poi ai De Mari.
Il piccolo atrio collegato direttamente al cortile crea un effetto di grande trasparenza, dalla strada al cuore del palazzo. Da qui parte lo scalone che, con volte decorate a stucchi, serve ancora tre dei sei piani oggi ripartiti in circa venti appartamenti.
Maestosa ? la facciata che, prospettando sulla piazza della Cattedrale, fu arricchita da quadrature in rilievo e da un rivestimento a fasce bicrome, proprio delle case medievali, oltre che da un imponente portale. I mascheroni posti sopra le finestre richiamano quelli di palazzo Tursi, "ambiguamente stilizzati tra l'uomo e la bestia".
L'arretramento della facciata per la nuova carrettiera ha tagliato la volta di un salotto con "Aurora e Cefalo" di D. Piola e A. Haffner (restauratore G. Isola), mentre l'altro di D. Piola era dedicato ad "Apollo, Mercurio e le Muse".
Nel catasto del 1907 il palazzo risulta ancora di un proprietario unico, Pietro Elena.