I palazzi dei Rolli di Genova - Una reggia repubblicana

Via Luccoli 23 - Nicol? Spinola


Via Luccoli 23 - Nicol? Spinola

Via Luccoli 23
( Guarda la cartina )
FondatoreNicol? Spinola
ZonaMercato di Soziglia
Rollo 1576Bussolo 1 Titolari Daniele Spinola
Rollo 1588Bussolo 2 Titolari Daniele Spinola
Rollo 1599Bussolo 1 Titolari Daniele Spinola
Rollo 1614Bussolo 1 Titolari q. Nicola Spinola q. Daniele
Rollo 1664Bussolo 3 Titolari q. Gaspare Franzone

E' compreso nell'edizione di Pietro Paolo Rubens (palazzo del sig. Daniel Spinola); definito nel 1414 "domus cum vacuo et vindario" degli eredi di Angelo De Mari e acquistato nel 1459 da Eliano Spinola, fu ricostruito prima del 1560 da Nicol? Spinola marchese di Vergagni e poi rinnovato dal figlio Daniele.
Questi ne era infatti il proprietario quando, nel 1576, il palazzo fu assimilato ai pi? ricchi della citt? e quindi inserito nella classe pi? rappresentativa del primo rollo. Presente nei rolli seguenti, sempre in posizioni di rilievo, domina quella che fu la "piazza dei De Mari" (oggi piazza Luccoli) oltre ad essere affiancato nel 1587 da un'ulteriore piazza, realizzata con la demolizione di una casa di Giacomo Spinola.
Il nuovo palazzo riprese, probabilmente, lo schema compositivo del vecchio edificio, sviluppandosi lungo un asse centrale con una sequenza di spazi che dalla piazza sfociava nel giardino, secondo una trasparenza oggi impossibile da percepire a causa di molteplici tamponature.
Tommaso Franzone lo acquist? nel 1606, in seguito l'edificio venne sopraelevato e modificato internamente e le facciate adornate a stucco.
Una fornita quadreria e gli affeschi (fra cui due salotti a firma di D. Parodi di cui uno dedicato a "Laura e Petrarca") lo rendevano degno di menzione nelle guide di inizio Ottocento; oggi, nonostante la ripartizione in sedici appartamenti, mantiene il carattere monumentale grazie all'ampio atrio voltato, allo scalone che serve ancora i primi tre piani e al grande vano caposcala loggiato sul cortile.