I palazzi dei Rolli di Genova - Una reggia repubblicana

Un blog su Genova


Giretto d’Italia 2011 a Genova

Archiviato in: Eventi a Genova — Inserito da Giovanni in data 19 aprile 2011 - 06:08 - Letto 4097 volte

logo girettoBisogna dirlo subito “ci vuole un bel coraggio!” per inserire Genova nel primo Campionato nazionale della ciclabilità urbana che si terrà martedì 3 Maggio 2011 (oltre che a Genova in altre 25 città italiane).
L’iniziativa é di Legambiente e di FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), il “Giretto d’Italia”: un’iniziativa nazionale per promuovere quanto di buono le città italiane hanno realizzato sul fronte della mobilità ciclabile (ma proprio per questo, Genova cosa c’entra???).
Si tratta del primo Campionato Italiano della Ciclabilità Urbana, una sfida tra i Comuni che hanno realizzato le più interessanti ed efficaci strategie per la diffusione dell’uso della bicicletta come mezzo di trasporto. I centri urbani si sfideranno tra loro divisi in tre gironi: grandi città, città medie e città piccole.

Genova si presenta con una strategia di punta, l’utilizzo delle (pseudo) piste ciclabili come parcheggi per le moto!

La sfida si basa sul numero di biciclette che verranno rilevate, tra le 7,30 e le 9,30, in corrispondenza di tre check points distribuiti sul territorio cittadino: Via XX Settembre (p.te Monumentale), Via Gramsci (lato mare, di fronte a porta di Vacca) e P.zza Fontane Marose.
Le tre città vincitrici dei rispettivi gironi si scontreranno tra loro Domenica 8 Maggio in occasione della Giornata Nazionale della Bicicletta. La finale consisterà in una cronometro a squadre per famiglie su un percorso urbano di 5 chilometri. Le squadre saranno composte da due adulti (un uomo e una donna) e due bambini (con meno di 18 anni d’età). I tempi saranno calcolati quando tutti e quattro i componenti della squadra transiteranno sotto il traguardo. Vincerà la sfida individuale la squadra che compirà il tragitto in minor tempo. Vincerà la sfida tra città il Comune dove più squadre parteciperanno alla cronometro.
Al di là della sfida, l’evento offrirà un palcoscenico nazionale alle migliori esperienze comunali in tema di ciclabilità; a tal fine saranno coinvolti i più importanti media italiani e verrà realizzata una piccola guida per raccontare perché sono ciclabili le città che partecipano al primo “Giretto d’Italia”. Genova é stata esplicitamente inserita perché grazie a Genova tutte le altre città si potranno sentire decisamente più ciclabili!
Il Comune di Genova, FIAB – Amici della Bicicletta e Legambiente invitano pertanto tutti i ciclisti genovesi a uscire di casa in bici il prossimo 3 di Maggio e a transitare, tra le 7,30 alle 9,30, in corrispondenza di uno o più check points tra quelli di seguito indicati:

Io personalmente invito tutti a starsene a casa! Facciamo capire a questa amministrazione che Genova è ultima in fondo a qualsiasi classifica di ciclibilità! Ma avete presente cos’è Via Gramsci, una strada a 8 corsie! Forse intendevano il marciapiede, o la mezza riga che hanno tracciato e che 100 metri dopo finisce nel nulla!

Se proprio volete dare soddisfazione qui la cartina:
Mappa giretto

6 commenti »

  1. Fate conto che l\’altro giorno un autista del 44 in via venti ha deciso che le bici non devono circolare sulle corsie dei bus e ha cercato di falciarmi. Ai vigili che l\’hanno interrogato ha candidamente ammesso il fatto dicendo che l\’ha fatto per sanzionare il mio comportamento, in quanto avrei dovuto lasciare la precedenza ai bus.

    Comment di Sara — 27 aprile 2011 @ 13:52

  2. State a casa…io non andrò sicuramente.Per cosa??? Fare un piacere ai politici e ad una città che non fa nulla per bici e trasporto pubblico????

    Comment di Carlo — 29 aprile 2011 @ 11:44

  3. e se l’iniziativa venisse usata per far vedere che i ciclisti esistono anche a Genova?
    magari qualcuno si renderà conto che ci sono più bici di quel che si pensa…
    io passerò per fare numero!

    Comment di giorgio — 2 maggio 2011 @ 12:16

  4. Bellissima iniziativa!! Certo che ci sono dei problemi e che la maggioranza dell’opinione pubblica (non solo dei politici) è insensibile. Ma fintanto che non si fa niente, niente cambierà. io vado al lavoro tutti i giorni in bici, domani allungherò un po’ il traguardo e passerò da via gramsci.

    Comment di andrea — 2 maggio 2011 @ 12:33

  5. a chi dice state a casa io dico: stavo cercando di decidere il giorno per provare ad arrivare in bici al lavoro ( da zona brignole a Sestri P. ). Quel giorno è arrivato !! è bello stare a pensare che ci deve sempre pensare qualcun’altro a ciò che non va !! ( lo chiederei a qualche cristo che si è fatto ammazzare per cambiare sto mondaccio )

    Comment di felice — 2 maggio 2011 @ 17:04

  6. Un consiglio a felice: dopo la stazione marittima verso sestri non seguire la “pista ciclabile” perché finisce dritta dritta nel cantiere del deposito della metropolitana. O la strada o il marciapiede lato monte.

    Comment di Giovanni — 2 maggio 2011 @ 19:29

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento





Le schede dei palazzi dei Rolli sono tratte dall'Atlante dei Palazzi Genovesi di Ennio Poleggi.


Visita anche i Forti e le Mura di Genova