I palazzi dei Rolli di Genova - Una reggia repubblicana

Un blog su Genova


Genova Low Cost

Archiviato in: Genova da visitare — Inserito da Giovanni in data 15 marzo 2011 - 21:15 - Letto 20206 volte

Genova Low Cost - Una guida per scoprire Genova risparmiando!

E’ possibile visitare una città come Genova spendendo poco?
Quali accorgimenti occorre adottare?
Esistono dei must di Genova gratuiti o a basso costo?

Queste sono le domande a cui vorremmo rispondere come questa breve guida alla visita low cost della città di Genova.

Trasporti

La prima regola assolutamente da non trasgredire è quella di non arrivare a Genova in macchina. La città è stretta tra i monti e il mare e quindi lo spazio per le auto è limitato che si traduce in carissimo. I parcheggi su strada sono costosi (al momento 2.5 euro all’ora in centro dalle 8 alle 20 – poco meno uscendo dal centro), i vari parcheggi dell’area del porto antico sono più economici come costo orario (circa 1.6 all’ora) ma si paga anche di notte.

Se proprio proprio non avete alternativa il parcheggio meno caro in centro è il parcheggio della Marina (via della Marina, a ridosso del porto Antico) che ha un costo forfettario di 15 euro al giorno.

In compenso Genova ha due stazioni entrambe centrali: Genova Principe e Genova Brignole quindi l’arrivo in treno è altamente consigliato.

Inoltre ciò che è più interessante è in centro o comunque raggiungibile con i mezzi pubblici.

Infine una dritta per chi arriva in aereo. Esiste il VolaBus, autobus che porta dalla stazione ferroviaria in centro, il costo è 6 euro. In alternativa con 15 minuti a piedi si arriva a Cornigliano (vedere il percorso) e si può prendere un autobus (1.5 euro per 100 minuti oppure 4.5 euro per 24 ore).

Dormire

Come ogni grande città dormire a Genova non è propriamente economico.

L’opzione più economica è l’ostello, uno dei migliori ostelli italiani. L’unica pecca è che si trova sulle alture e quindi la possibilità di visite serali alla città sono limitate.

In generale dormire in centro è la soluzione migliore, anche a costo di spendere qualcosina in più. Si ha la città a portata di mano e la visita è sicuramente più “piena”.

Un’altra possibilità sono i numerosi bed and breakfast sorti in centro. Non sempre i costi sono bassissimi, si trovano strutture anche care. Però cercando bene si può essere ospitati in posti di charme con costi relativamente bassi.

Mangiare

Sul mangiare il problema di spendere poco non esiste. Genova è la città della focaccia, della farinata, delle friggitorie e delle sciamadde.

Basta girare il centro storico e si possono incontrare ogni tipo di cibo ad ogni ora del giorno.

Un paio di consigli: evitate con cura il Porto Antico, tutto un po’ più turistico e più caro. Poi la focaccia prendetela nei panifici, le focaccerie hanno solitamente una focaccia lievitata in maniera “veloce” e decisamente meno buona.

Nel low cost del mangiare a Genova sono da non dimenticare due luoghi low cost per eccellenza:

  • da Maria in Vico Testadoro: trattoria alla buona, con tavolate comunitarie e prezzi davvero economici
  • da Gran Ristoro in sottoripa, ogni tipo di panino, ci si può sbizzarrire davvero con pochissimi euro

Visita

L’Acquario di Genova è bellissimo ma caro. Se desiderate andarci non ci sono molti consigli su come risparmiare.

Però ricordate che Genova è una città piena di tesori pressoché sconosciuti.

Assolutamente da non perdere, gratis ma bellissimi:

Santa maria di Castello: convento, chiesa, museo ad ingresso gratuito, 3 chiostri, un mondo incantato in mezzo ai vicoli del centro storico

Facoltà di architettura, a due passi da Santa Maria di Castello: salite al quarto piano, cercate il giardino, un altro mondo incantato con vista sul porto - normalmente chiuso la domenica

L’isola delle chiatte, al porto antico, in fondo alla passeggiata Fabrizio De André, di fianco all’Acquario: chiatte galleggianti in mezzo al mare del porto Antico, tra le barche e le navi un luogo dove sedersi, osservarsi intorno, ascoltare il porto

Genoa Port Center – ai magazzini del cotone: il museo interattivo del porto, bello, interessante, gratuito

Biblioteca per bambini De Amicis – magazzini del cotone: la biblioteca è proprio sopra la città dei bambini. E’ un luogo dove rilassarsi guardando il mare (ha bellissime vetrate sul porto antico), leggere un libro e se con bambini sedersi e “giocare leggendo”. Dulcis in fundo in biblioteca potrete consultare i giornali gratuitamente

Gita in battello: è possibile fare una bella gita in battello spendendo davvero poco. L’AMT (azienda di trasporto di Genova) offre un servizio di Battello che collega Genova – Porto Antico con il quartiere di Pegli. Questo giro in battello chiamato NaveBus permette di vedere il porto e l’aeroporto e di arrivare a Pegli dove è possibile fare una passeggiata sul mare (dove però non si potrebbe fare il bagno) il tutto con un biglietto da 1.5 euro per tratta oppure con il genovapass, biglietto giornaliero che costa 4.5 euro

Infine…

Questa breve guida non vuole essere esaustiva delle possibilità di visita low cost a Genova, cercheremo comunque di aggiornarla sempre con nuove informazioni in modo che sia un punto di riferimento per chi non vuole spendere troppo.

Anche per questo chiunque abbia consigli o informazioni per una visita low cost di Genova è pregato di commentare!

Diamo una mano a chi vuol vedere questa splendida città senza spendere molto.

Un giovane visitatore è un investimento per il futuro!

2 commenti »

  1. Ma ragazzi, Mario è pessimo, non lo si può consigliare dai! Va bene per gli studenti, per gli erasmus, per gli amici in cerca di una serata “da battaglia”: piuttosto consigliate MARIA ad un potenziale turista, o LA LANTERNA a Sampierdarena. Io l’ultima volta che sono stato da Mario ho visto il proprietario entrare brandendo due bistecche. IN MANO

    Comment di RIKIGE — 5 marzo 2012 @ 18:39

  2. Qualcuno ha citato Mario?

    Comment di Giovanni — 11 marzo 2012 @ 18:12

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento





Le schede dei palazzi dei Rolli sono tratte dall'Atlante dei Palazzi Genovesi di Ennio Poleggi.


Visita anche i Forti e le Mura di Genova