I palazzi dei Rolli di Genova - Una reggia repubblicana

Un blog su Genova


17a edizione di “Luci sui forti”

Archiviato in: Eventi a Genova — Inserito da Giovanni in data 29 giugno 2007 - 12:12 - Letto 3725 volte

Anche quest’anno ritorna la manifestazione “Luci sui forti” che si svolge nella splendida cornice di Forte Sperone. L’appuntamento è immancabile per chi vuole visitare uno dei forti più belli di Genova e vuole passare una serata fresca a piacevole, nonchè sicuramente divertente.
L’edizione 2007 di “Luci sui forti” è prevista dal primo luglio al 22 con manifestazioni tutte le sere.
Il programma potete trovarlo sul sito dei forti di Genova.

In particolare dal primo all’8 luglio ci sarà alle 19:00 la mostra dei Balestrieri del Mandraccio 1987/2007 “Schegge di medioevo in compagnia”, mentre alle 21:00 la compagnia teatrale Gli amici di Jachy presenterà lo spettacolo itinerante “Suoni, canti, vestir, giuochi, vivande quanto può cor pensar può chieder bocca.. ”

Dal 9 al 12 luglio e il 16 luglio gli spettacoli alle 21 saranno nella cava:

  • il 9 il Teatro delle Formiche presenta “La Brigata della Straccia e le novelle del Boccaccio”
  • il 10 Pakytango in ” Tango: improvvisando..”
  • l’11 la compagnia del Giallo Sabezia presenta il “Giallo musical: 6 donne e un mistero”
  • il 12 la mini compagnia del Giallo nell’ “Eredità”
  • il 16 il Teatro Ateneo nel “Il magazzino” monologo drammatico di Plinio Guidoni

I giorni 13-14-15 luglio alle 21, 21:20 e 21:40 lo spettacolo itinerante “al Forte si racconta che…” una rivisitazione storica e fantastica della città animata da attori, musici e fantasmi

Dal 17 al 22 luglio alle 21 lo spettacolo itinerante de la Pozzanghera con “Il tesoro di Forte Sperone”

Infine, sempre la Pozzanghera, dal 18 al 20 luglio alle 18:30 porta in scena uno spettacolo itinerante per bambini dal titolo “Le lacrime del drago”

Buon divertimento!

2 commenti »

  1. Lo spettacolo del 16 è stato sostituito dal concerto del chitarrista Maurizio Oddone che presenterà brani dall’800 ad oggi.

    Comment di eli63 — 30 giugno 2007 @ 23:24

  2. Spettabili Redazioni, Egregi colleghi,
    Preghiamo voler gentilmente prendere atto e pubblicare il presente comunicato.

    Corre l’obbligo professionale di informarvi che le false ed inesatte comunicazioni a Voi inviate e da Voi diffuse, secondo le quali il M° Maurizio Oddone avrebbe tenuto un concerto il 16 luglio u.s. presso il Forte Sperone nell’ambito della manifestazione “ Luci sui Forti”, sono state fornite in modo volutamente ingannevole da persone che fanno capo all’organizzazione della sopracitata manifestazione. La pubblicità dell’evento è stata inserita in primis via web il 28 giugno alla data del quale né al M° Oddone né al suo Agente erano pervenute proposte in tal senso. Solo il 4 luglio infatti, e dopo le notizie diffuse anche dall’ufficio stampa della Provincia di Genova, il M° Oddone riceve telefonata da una sedicente funzionaria della Regione Liguria la quale propone il concerto, declinato dal M° Oddone, rispondendo capziosamente alle domande circa la falsa notizia della presenza dell’artista in sostituzione, tra l’altro, di uno spettacolo teatrale. Viene appurato successivamente che tale persona non è affatto una funzionaria della Regione né vi lavora ma fa capo all’associazione organizzante la manifestazione in questione e che la gestione del Forte Sperone è affidata all’assessorato alla Cultura della Provincia di Genova. Abbiamo avuto modo di constatare e verificare lo strano andamento della vicenda per la quale siamo in possesso di documentazione che comprova intenzioni con estremi di gravità penale. Per tali ragioni e a tutela dell’immagine del M° Oddone è stato dato incarico al nostro Legale di fiducia affinché, nel fare chiarezza, possano gli interessati attivarsi per le pubbliche scuse all’artista e rispondere del loro illegale quanto scorretto operato.
    Ci chiediamo non senza sdegno e rammarico come sia possibile il verificarsi di tali azioni , in ambiti che coinvolgono le stesse Istituzioni le quali promozioni, patrocinii e finanziamenti, che avvengono con il contributo economico dei cittadini, possano essere effettuati e affidati, senza alcun controllo, ad associazioni di siffatta rispettabilità, figurando in tal senso quali diretti responsabili. Ci chiediamo come sia possibile operare con tale sfrontatezza e certezza di impunità in un ambito tanto delicato quale quello culturale, finalizzato allo sviluppo e all’evoluzione della Comunità e direttamente interessata ad affermarne la sua identità, formazione, educazione e dunque concezione umanistica che consente di arricchire la sua spiritualità quanto quella antropologica, che contribuisce all’espressione dei valori e degli ideali rappresentandone il suo progresso e il suo processo di sviluppo.
    Ci chiediamo come sia possibile che le Istituzioni possano operare in modo tanto superficiale e grossolano in contesti che richiedono e obbligano ad una gestione competente, attenta e corretta e che invece sono condotte con palese noncuranza diventando Amministrazione alla mercé dell’affarismo senza scrupoli.
    Questo inquietante aspetto “sfuggiva” a noi professionisti della cultura, dello spettacolo e del’informazione poiché rappresentandoci la Cultura come espressione della nostra Storia e le sue caratteristiche come specifiche di una società in termini spirituali, intellettuali ed emozionali, mai avremmo voluto constatare che si è invece affermata una nuova concezione di essa, che trova la sua applicazione in una generale prospettiva di colpevole negligenza da parte delle Istituzioni che in questo modus operandi contribuiscono all’attività di Associazioni o persone prive di etica, professionalità nonché onestà.
    Maria Teresa Falbo
    Ufficio Stampa M° Maurizio Oddone

    Comment di Maria Teresa Falbo — 29 luglio 2007 @ 10:05

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento





Le schede dei palazzi dei Rolli sono tratte dall'Atlante dei Palazzi Genovesi di Ennio Poleggi.


Visita anche i Forti e le Mura di Genova