I palazzi dei Rolli di Genova - Una reggia repubblicana

Un blog su Genova


Sostituiamo la centrale ENEL con i pannelli solari sulla diga foranea!

Archiviato in: Progetti su Genova — Inserito da Giovanni in data 31 gennaio 2007 - 06:49 - Letto 38931 volte

La diga foranea di GenovaIl porto di Genova è protetto da una diga foranea lunga qualche chilometro e orientata verso sud. Anche l’aeroporto e il porto nuovo di Genova Voltri hanno la loro diga di protezione per un totale di svariati chilometri di cemento, pietra e mattoni.

Questo è uno spazio praticamente inaccessibile. Ci si può andare con i battelli dal Porto Antico, solitamente ci vanno i pescatori e qualche genovese alla ricerca della tintarella in tranquillità.

Mi è capitato di andarci per una rappresentazione teatrale del Teatro della Tosse che si svolgeva sul “dente di Galliera”, un grande spiazzo nella parte interna al porto sulla diga di Levante.

E’ incredibile come tutto questo spazio, questa superficie, non venga utilizzata per nessuno scopo. Quante volte si sente dire che a Genova mancano spazi. Ecco qua tutto lo spazio che serve!
Tante idee mi sono venute per uno spazio così in quella posizione, dalle più “estreme” ossia una mega discoteca raggiungibile solo in battello (fascino e nessun fastidio per i residenti…) alla più concreta, ossia l’installazione di pannelli solari.

L’idea dei pannelli solari mi sembra decisamente interessante, soprattutto perchè potrebbe essere pensata come sostituzione della centrale ENEL a carbone sotto la lanterna, un obbrobrio per cui Genova deve per forza trovare una soluzione. La diga volge a sud, il sole non manca certo a Genova, il mare inoltre ne riflette una buona parte.
Mi piacerebbe che qualcuno provasse a fare un progetto partendo da questa idea, magari che Renzo Piano la integrasse al suo progetto di WaterFront.
Sarebbe un’idea decisamente all’avanguardia, attuabile probabilmente in tanti altri porti di tante altre città.

Perchè non portarla avanti?

7 commenti »

  1. Mi sono chiesto anch’io più volte per quale motivo non sfruttare tutto quello spazio per il solare o l’eolico…

    Comment di Carlo — 31 gennaio 2007 @ 11:05

  2. Dell’eolico ne ho letto sul forum di Beppe Grillo. Del solare mai. Certo che al di là dei problemi logistici è una quantità di spazio inutilizzato incredibile!

    Comment di Giovanni — 31 gennaio 2007 @ 11:12

  3. Oltre che dei generatori eolici (dato che a Genova e sul mare vento ce n’è in abbondanza) si potrebbe anche sperimentare un sistema per sfruttare il movimento marino per produrre energia elettrica: questo potrebbe convivere sia con l’eolico che i fotovoltaici. Sarebbe ancora più avvenieristico, forse, anche dei pannelli x il solare termico che con tubi coimbentati sottomarini portassero il calore nelle zone vicine alla costa con una sorta di teleriscaldamento, ma forse sarebbe troppo… comunque lo spazio a disposizione è veramente tanto ed è un peccato non sfruttarlo per produrre energia a costo zero, a parte i costi d’impianto.

    Comment di Giorgio — 8 marzo 2007 @ 20:56

  4. [...] Su queste pagine avevamo lanciato l’idea di sostituire la centrale ENEL a carbone con i pannelli solari sulla diga foranea, speriamo che qualcuno porti con se’ questa idea in fiera e ne possa uscire un progetto. La centrale a carbone sotto un monumento importante come è la lanterna di Genova, è qualcosa che andrebbe velocemente eliminato. Peccato che spesso i genovesi non si rendano conto che certi “oggetti” che vedono tutti i giorni sia veri e propri monumenti con un valore storico e simbolico grandissimo. [...]

    Pingback di » Energethica 2007: qualche soluzione per Genova?Un blog su Genova — 12 maggio 2007 @ 15:53

  5. Una semplice domanda, ma se fa brutto tempo non è che i pannelli verrebbero danneggiati dalle onde? E poi la salsedine non aggredisce il silicio di cui sono fatti? Certo forse meglio l’eolico, ma l’estetica di un orizzonte coperto di pale..non saprei. Come commentava Giorgio, il mare è la soluzione migliore, hanno fatto qualcosa del genere in nord Europa, con dei grossi cilindri gallegianti che sfruttavano il movimento delle onde..

    Comment di Impianti fotovoltaici, eolici o marini? — 3 marzo 2009 @ 15:01

  6. Il progetto è affascinante, e in questo periodo c’è un progetto per 39 pale eoliche sulla diga foranea!tuttavia credo che per i pannelli non si potrebbe, ogni inverno le forti libecciate che ciclicamente colpiscono genova( ogni tre quattro anni anche di intensità straordinarie)creno delle mareggiate che superano abbondantemente la diga, e distruggerebbero o danneggerebbero gravemente i pannelli, non sottovalutate la potenza del mare la diga viene annualmente riparata perchè il mare ne butta giù dei pezzi ogni inverno!

    Comment di luigi — 17 marzo 2012 @ 23:11

  7. I pannelli solari sono sicuramente un alternativa migliore alla centrale a carbone.

    Comment di pannelli solari — 18 marzo 2014 @ 15:59

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento





Le schede dei palazzi dei Rolli sono tratte dall'Atlante dei Palazzi Genovesi di Ennio Poleggi.


Visita anche i Forti e le Mura di Genova